giovedì 22 agosto 2013

Un mese in Vietnam: il delta del Mekong

Dopo la rilassante settimana al mare
ci siamo spostati a Saigon 
per organizzare un tour sul Mekong


sono stati due giorni molto intensi
che soltanto chi è abituato a viaggiare può sopportare
 


 ci hanno dato ospitalità alcune famiglie del posto,
persone deliziose e sempre sorridenti,
nonostanze le loro condizioni di vita
siano state alquanto inaccettabili
ai nostri occhi


vi basterà osservare queste foto
per capire 
quanto siamo fortunati,
nonostante tutto, queste persone non chiedono nulla,
non dimostrano alcun disagio,
sono felici di aprire le porte di casa loro
per offrire un tè,
un pranzo
o un piatto di frutta
a noi turisti


strada facendo ci siamo fermati in un tempio
e questi monaci ci hanno fatto entrare nonostante fosse stata l'ora di pranzo


alcuni canali erano veramente stretti,
la vegetazione di un verde intenso
e io ero terrorizzata al pensiero di vedere qualche serpente o coccodrillo


abbiamo visitato qualche piccola azienda a conduzione familiare


qui preparavano i noodles di riso 


un'altra famiglia invece vendeva le caramelle al cocco





la notte abbiamo dormito in un piccolo hotel,
anch'esso a conduzione familiare,
semplice, ma molto pulito,
perfino la colazione con pane burro e marmellata


la mattina seguente ci siamo alzati molto presto per andare a scoprire
il più grande mercato galleggiante di tutto
il Vietnam





opss...questa foto del pescatore non appartiene al Mekong,
si nota molto bene per il colore dell'acqua,
l'ho scattata a Na Thrang 


poi ci siamo fermati da un'altra famiglia,
vivono in un frutteto e hanno voluto farci assaggiare
di tutto, ma dico proprio di tutto


questo signore, di una simpatia unica,
trascorre le sue giornate
aspettando i turisti,
parla molto bene l'inglese
e ama fare baldoria


ci hanno offerto una deguatazione di frutta
(mango, papaia, "dragon fruit", banana, ananas, litchi)


un posto incredibile,
dalla cucina al soggiorno si attraversava 
un piccolo ponticello


ancora non ci credo di essere stata in un posto simile,
la cosa più sbalorditiva è stato non trovare zanzare


la cucina era troppo carina,
non mancava nulla



avevo già capito che in Vietnam mangiano qualsiasi cosa si muova,
serpenti al ristorante, larve al supermercato, tartarughe, rospi, pesce gatto ecc..., anche cani,
ma indovinate che cosa ha cucinato per noi questa signora????
degli ottimi ratti alla brace
naturalmente non bisogna assaggiare proprio tutto nella vita, 
che ne dite???
beato tofu e piatti vegetariani


sono sempre stata curiosa,
mi affascina scoprire come vive la gente 
lontana dal mio paese, dalle mie abitudini
e dalla mia cultura,
ma ora posso dire che si dorme bene nel proprio letto


❤❤❤
Sabina

31 commenti:

  1. Ossignore.. i ratti alla brace proprio no!!! Va bene sperimentare, ma certe cose non riuscirei mai, mai ad accettarle! :D Non che mi impressionino, li adoro.. ma alla brace no! Che splendide immagini.. quel ponticello è bellissimo e mette tanto calore vedere l'amabilità della gente, la disponibilità verso gli altri.. quando non hanno in fondo nulla. Il viso di quel signore è impagabile, solare come non mai. E anche il vostro.. si vede che vi è rimasto nel cuore un senso di serenità unico.. TVTTB stella.. domani spero di riuscire a sentirti. E stasera da casa di scriverti con calma. Un bacione..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. davvero adori i ratti???? ...no..non ci credo...i topini di campagna forse
      io ci sono quando vuoi
      un bacione tesoro

      Elimina
  2. è davvero tutto bellissimo : voi, le persone, i paesaggi .... continuerò a seguire il tuo racconto con curiosità e gioia :-) un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Comunque..dev'essere stata una esperienza di vita eccezionale...

    p.s. ma quelle caramelle al cocco le hai assaggiate ??
    p.p.s. tu e la tua dolce metà siete una coppia bellissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono esperienze che lasciano il segno.....e le rifarei ancora.....magari non subito ;))
      le caramelle le abbiamo assaggiate, ma non mi hanno convinta.....loro non mettono lo zucchero quasi da nessuna parte e quindi i dolci non sono dolci

      per quanto riguarda la coppia ti ringrazio e ho pensato la stessa cosa guardando le tue foto su istangram
      bacioni bella

      Elimina
  4. e' bellissimo seguire il tuo viaggio....io non so...ma non mi verrebbe mai in mente di andare in vietnam...o in birmania dove vuole andare la mia collega di lavoro.e invece sono posti meravigliosi che sanno dare e sanno donare:tu stai facendo un report meraviglioso,vorrei non finisse mai....ogni giorno vengo a leggerti...e' meraviglioso.complimenti .ciao Raffa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per andare in questi posti bisogna sentirsela, non tutti ci riescono.
      Ricorda che le foto filtrano molto e fanno vedere solo il bello.
      Appena arrivata in Vietnam ho sclerato urlando:" ma non potevamo andare in un all inclusive in Grecia?" Poi piano piano ho iniziato a guardare soltanto con occhi colmi di positività
      bacioni
      p.s. mi fa piacere mi segua con entusiasmo

      Elimina
  5. Dopo le vacanze torno a dare una sbirciatina al tuo blog e...wwwwwooooww!!! Che meraviglia! Ho letto a ritroso tutti i post che parlano di questo splendido viaggio, ammirando ogni singola foto e ascoltando il tuo racconto come se fossi qui, accanto a me a raccontarlo! Dev'essere stata davvero un'esperienza fenomenale, di quelle che cambiano veramente il modo di vivere il quotidiano!
    Non sceglierei mai una meta del genere, ma il tuo reportage mi ha affascinato tantissimo e mi ha fatto vivere un pezzo di questo paese così particole e lontano dalla nostra cultura!
    Bentornata Sabina, un abbraccio!
    Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma ciaoooo
      e tu dove sei andata di bello??? sicuramente in una località più rilassante
      devo passare da te presto
      bacioni

      Elimina
  6. Grazie di cuore Sabina per questi tuoi reportage, davvero!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te per l'interesse
      bacioni

      Elimina
  7. Ciao Sabina, che viaggio meraviglioso, immagino che ti porterai tutto questo dentro di te per sempre, hai vissuto davvero una indimenticabile esperienza!!!
    Grazie per averla condivisa con noi!!!
    Bacioni, buona serata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. carissima grazie a te
      appena finisco con queste foto passo a trovarti
      baci

      Elimina
  8. Bello non so se avrei mangiato i ...ratti ma la fame...ed è vero loro sono felici nel suo anche perchè non conoscono troppo l'altro ma poi dipende dall'innato personale. Grazie cara buona serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma nemmeno io ho mangiato figurati......altro che anticorpi ci vogliono lì
      bacioni

      Elimina
  9. Ci sono persone che hanno tutto ma non apprezzano...forse gli mancano i ratti alla brace!
    Siete meravigliosi un bacio Beatrice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è proprio vero che chi si accontenta gode.....per loro sono una specialità
      bacioni

      Elimina
  10. Sabi, quante emozioni e che esperienza!!! Non so se ci riuscirei, non sono proprio la viaggiatrice ideale... forse perché non ho viaggiato tanto... Ti ringrazio per le immagini e i racconti che ci stai regalando, davvero magnifici <3 I ratti alla brace? Sarei quasi svenuta eheheheheh ;) Un abbraccio forte! :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io mi sono avvicinata soltanto per la foto, ma appena li ho visti ero molto disgustata
      bacioni stella

      Elimina
  11. ragazzi,complimenti!! avete fatto un viaggio veramente fantastico!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nell'insieme è stato un bel viaggio sicuramente, ma non mi fiderei a consigliarlo a qualcuno
      bacioni

      Elimina
  12. Sabina, ma quante belle foto!
    Però che posti anche difficili da vivere. Per andare in soggiorno dalla cucina bisogna attraversare un ponticello?
    Grazie sempre per la condivisione di questa esperienza unica.
    Un abbraccio, Ada. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. posti davvero difficili.....pensare che Saigon è vicina
      bacioni e grazie mille

      Elimina
  13. Sabina, ma quante belle foto!
    Però che posti anche difficili da vivere. Per andare in soggiorno dalla cucina bisogna attraversare un ponticello?
    Grazie sempre per la condivisione di questa esperienza unica.
    Un abbraccio, Ada. :)

    RispondiElimina
  14. Sabina, ma quante belle foto!
    Però che posti anche difficili da vivere. Per andare in soggiorno dalla cucina bisogna attraversare un ponticello?
    Grazie sempre per la condivisione di questa esperienza unica.
    Un abbraccio, Ada. :)

    RispondiElimina
  15. Oddio tutto però i ratti proprio no...mamma mia!!! :O

    RispondiElimina
  16. Ciao Sabina!
    Bentornata!!!
    Che viaggio meraviglioso. Il Vietnam non rientra tra le mete che vorrei visitare, ma le tue foto me l'hanno fatto vedere con occhi diversi.
    Complimenti, siete dei grandi avventurieri, non è da tutti affrontare un viaggio così impegnativo
    Baci
    Erica

    RispondiElimina
  17. Eccomi, sono arrivata! Dalla cucina al viaggio...come al solito foto spettacolari! Credo che tu abbia fatto un'esperienza unica. Complimenti! Un grande arrivederci. Annalisa lacucinadellaportaccanto

    RispondiElimina
  18. Mamma mia che foto splendide....e che belli siete voi!!!! Che posti, anche a me piace viaggiare anche per vedere e conoscere le culture e le abitudini negli altri Paesi! E' bellissimo il Vietnam, e sono d'accordo con te che non bisogna assaggiare prorpio tutto in effetti....;-)
    bacione amica mia!
    Mari

    RispondiElimina
  19. I limiti esistono solo mentalmente...questo tipo di vacanze aprono la mente rendendoci più consapevoli di quello che ci gira intorno continuamente!!! Grazie per le belle foto e per aver condiviso una simile ricchezza!!!
    Con affetto.
    Gabila

    RispondiElimina